IMG_0598Chiesa e l’UEDLP

Buongiorno a tutti e tutte e buon cammino verso Pasqua !

In questi ultimi tempi la Chiesa e l’UEDLP, in misura minore, ha vissuto degli avvenimenti particolari :

√  La Chiesa, innanzitutto :

Il nostro cammino di Quaresima é stato marcato da due avvenimenti molto forti :

  • il 28 febbraio innanzitutto, per la rinuncia di Benedetto XVI al suo ministero di Sovrano Pontefice.

Nel luglio 2009 abbiamo avuto l’immensa gratitudine di ricevere la sua benedizione apostolica per l’UEDLP e le persone che pregano per essa.

C’é stato anche il coraggio di portare la Chiesa, al suo interno, a denunciare i crimini dei « poveri » ministri riguardo ai fatti di pedofilia. Ci ritornano in mente:

-       queste parole del settembre 2010 nella cattedrale di Westminster a Londra:  « Di nuovo, penso a l’immensa sofferenza provocata dagli abusi commessi sui bambini, specialmente all’interno della Chiesa e dai suoi ministri. […] Esprimo innanzitutto la mia profonda afflizione alle vittime innocenti di questi crimini innominabili, sperando che la potenza della grazia del Cristo e il suo sacrificio di riconciliazione apporti loro una profonda guarigione  e la pace ».

-       Infine le parole pronunciate in occasione della sua ultima udienza pubblica, il 27 febbraio : « In questo momento, si trova in me una fiducia immensa, perché io so, noi lo sappiamo tutti, che la parola di veritá del Vangelo rappresenta la potenza della Chiesa, é la sua vita. Il Vangelo purifica e rinnova, porta frutto, dappertutto lá dove la comunitá di credenti ascolta e accoglie la grazia di Dio nella veritá e vive nella caritá. Questa é la mia convinzione, questo é ció che costituisce la mia gioia. »

Il nostro grazie e la nostra preghiera per voi Benedetto XVI, oramai papa emerito.

  • e poi il 13 marzo, per l’elezione del Cardinale Jorge Mario Bergoglio, nostro nuovo Papa, Francesco.

Che umiltá, che saggezza, di questo Papa che comincia il suo pontificato con un « Padre Nostro » e un « Ave Maria » per il suo predecessore e che pronuncia queste parole : « Voglio domandarvi un favore, prima di darvi la mia benedizione, vi chiedo la vostra preghiera,  che é la benedizione del popolo per il suo vescovo » e si inclina semplicement, umilmente.

Possa  lo Spirito Santo guidarlo sul cammino di San Francesco, il poverello di Assisi, durante tutto il suo ministero alla testa della Chiesa Cattolica.

√  e poi l’UEDLP :

  • Il 15 febbraio, giorno di Saint Claude La Colombière, santo patrono dell’UEDLP e 13esimo anniversario della creazione di quest’opera, Monsignore Jacques Benoit-Gonnin, nostro vescovo (Diocesi di Beauvais), ci ha dato la gioia di firmare il decreto di riconoscenza dello statuto dell’UEDLP che diventa cosí « Associazione Privata di Fedeli del Diritto Diocesano ».
  • Noi abbiamo superato il numero di 1500 persone che pregano. Un grazie particolare a Suor Charlotte-Emmanuelle, Clarissa di Senlis, che grazie ai suoi numerosi contatti, ci ha permesso di accogliere delle nuove persone che pregano, preti, religiosi e religiose di tutte le congregazioni (di cui numerose tra le Clarisse) e laici in molti paesi diversi : Stati Uniti, Messico, Canada, Bulgaria, Israele, Isole Mauritius, Belgio, Svizzera, Gran Bretagna, Gabon e Madagascar.

La nostra azione di grazia verso nostro Dio Tre Volte Santo e come Maria, noi possiamo cantare :

« Il Signore Onnipotente ha fatto per me meraviglie ;

Santo é il suo nome ! »

øøø

Per quanto riguarda i nomi affidati :

Diverse volte, delle persone ci interrogano sulla veridicitá dei nomi affidati.

Qualche anno fa, un professionista dell’infanzia ci aveva perfino consigliato di affidare semplicemente i nomi scritti sul calendario. Cosí noi avremmo avuto una grande scelta di nomi e « Dio che sa tutto saprá fare bene la selezione .»

Ultimamente una persona che prega ricevendo un nome impronunciabile ci ha allertato : noi gli abbiamo potuto rispondere che il bambino maltrattato per il quale egli pregava portava stranamente il nome di santo frate irlandese del XIIesimo secolo.

Da qualche tempo molti di voi ricevono dei nomi di bambini e/o di adulti con consonanza straniera. Sin dall’inizio UEDLP ha voluto pregare per i bambini e gli adulti di tutte le confessioni e di tutti i paesi. La Chiesa é universale. Tuttavia, quando noi riceviamo un nome molto particolare, noi lo affidiamo ben lontano dal luogo dove egli ci é stato donato. Cosí, in occasione della nostra visita delle persone che pregano a La Reunion, noi abbiamo ricevuto diversi nomi molto ‘ reunoniani’. Nessuno di loro é stato affidato su questa bella isola. Noi dobbiamo proteggere questi bambini che soffrono tramite la nostra totale discrezione. La legge francese l’esige e la legge nel nostro cuore lo desidera.

Allora si, tutti i nomi dei bambini e degli adulti affidati sono effettivamente dei nomi veri. Come potrebbe la nostra preghiera portare frutto se essa fosse basata su una bugia ? La nostra preghiera é per loro sostegno : i bambini per guarire e vivere, gli adulti per riconoscere il loro crimine e essi stessi scegliere la vita. La nostra preghiera spera di essere balsamo ai loro cuori di bambini e di adulti affinché la Misericordia del Cuore Divino scorra e sani tutte le ferite, tutte le infamie. La nostra preghiera mette radici nella realitá cosí povera che sia ed é supplica perché un giorno quaggiú o in cielo, il bambino maltrattato e l’adulto che maltratta si riconoscano come figli dello stesso Padre.

 

øøø

Infine in questo Anno della Fede noi vi proponiamo il testo di A.

Che sia ringraziata per questa bella testimonianza!

            PERCHÉ E COME PREGARE NELL’UEDLP ? Cf. Jn 17,3 e Ga 2, 19-20

Perché ?

Divenuta sorella di Gesú Cristo tramite il mio battesimo, sono chiamata a amare Gesú  e a amare gli altri come Gesú ci ha amati e con lui consolare il suo popolo confrontato alle miserie del mondo.

Io non posso cambiare il cuore degli altri ma posso cambiare il mio e trovare la pace nella misericordia di Dio tramite Gesú Cristo.

La pace che Dio mi dona io la trovo vegliando e pregando come Gesú ci ha insegnato e soprattutto come Gesú l’ha fatto sul Monte degli Olivi al piú alto livello della sua persecuzione sulla croce. « Vegliate e pregate » dice ai suoi discepoli che vogliono seguirlo fino alla fine della loro missione nella misericordia. Non facile ! Questo incoraggiamento io lo trovo sostenuto nell’UEDLP.

In effetti, chi puó meglio pregare per la felicitá di un bambino che  soffre, bambino che noi portiamo tutti in se e che siamo chiamati a divenire come figli e figlie del Dio di Gesú Cristo.

-Vegliate per essere sempre pronti a rendere conto della Speranza che ci abita nella felicitá o nella infelicitá. Il maligno non a piú l’ultima parola.

-Pregate per  quelli che ci fanno del bene : rendere grazie !

-Pregate per quelli che ci fanno del male a volte a loro insaputa e esercitate la misericordia cioé per mettere del  cuore sulla miseriia dell’uomo, di tutti gli uomini.

Sappiamo noi sempre quando facciamo del male a se stessi, all’altro, a Dio ? Vegliare e pregare nell’UEDLP é per me un cammino di misericordia che cambia  il mio cuore verso me stessa, verso gli altri con l’aiuto di Gesú lui stesso misericordia per noi. « Il Figlio di Dio si é  dato lui stesso per salvarci e darci la Vita eterna ». Cf. Ga 2,20.

Come ?

Con qualche parola ogni giorno, con il rosario o il brevario della Chiesa universale, ridire la preghiera proposta dall’UEDLP con intensitá e sinceritá nel silenzio di se stessi e l’attesa della grazia. Il Signore ascolta la nostra preghiera. Come Maria, « conserviamo tutto questo nel nostro cuore » con rispetto e pazienza e la grazia della Pace invade il nostro cuore.

Questa grazia della pace mi fa vedere tutti gli atti atroci della violenza umana ma anche gli atti di bontá che sgorgano dal cuore dei nostri fratelli e sorelle in Gesú Cristo e anche di tutti quelli e quelle che dicono di non credere in Lui. Io credo che ogni uomo é abitato da questa violenza distruttrice dell’umanitá compresa me stessa, e allo stesso tempo egli aspira alla bontá divina nei momenti tragici della sua vita.

Pregando con l’UEDLP, noi siamo permanentemente sul cammino della conversione nello Spirito di Gesú. E nell’attesa della grazia di Dio noi diventiamo ogni giorno un pó di piú una vera « Piccola fiamma di misericordia ».

Conclusione : Signore, ti ringrazio per tutte le bontá di cui tu mi hai fatto beneficiare tramite tutte le persone incontrate credenti (e a volte non credenti) che mi hanno aiutato a sormontare tutti gli ostacoli dovuti ai miei limiti e al mio peccato, durante tutta la mia vita. Si, tu eri lá Signore e io non lo sapevo. Signore, fai che io proclami le meraviglie del tuo amore in ogni istante della mia vita, anche grazie all’UEDLP. Amen